Altri tempi
 

ALTRI TEMPI


Sembra un vento che passa veloce come le mani di un assassino

sembra la voce di chi ha perso la voce

sembrano occhi appena svegli al mattino

E sembra meta’ giorno a metà notte sembra un uomo con le ossa rotte

sembra un cielo sereno e in tempesta

come un paese oggi in lutto e domani in festa

E sembra un inferno ad ogni risposta come un paradiso costruito apposta

dentro le stanze vuote di una grande citta,

sulle onde marce di questo mare

E dimmi se anche tu hai visto quello che ho visto io

e dimmi se anche tu hai sentito quello che ho ascoltato io

o se stavo soltanto vivendo nel buio o se stavo aspettando il giorno più buio

dimmi se potremmo mai cercare altri sogni migliori

dimmi se potremmo mai pensare ad altre cose migliori

E non serve inventarsi una scena e non serve spiegarne la trama

ha già parlato la sirena, siamo già arrivati alla sua tana

che sembra di un fuoco che brucia l ’asfalto

sembra un cuore scolpito nel ghiaccio

non si sente più alcun pianto è proprio la fine di tutto un miraggio

e sembra che all’ inferno ci si debba andare

e che il paradiso lo si possa inventare

sull’ombra in cancrena di un segreto svelato

su una spiaggia annerita da un fumo infinito

E dimmi se anche tu hai visto quello che ho visto io

e dimmi se anche tu

hai capito quello che ho capito io

o se stavo soltanto vivendo nel buio

o se stavo aspettando il giorno più buio

dimmi se potremmo mai cercare altri sogni migliori

dimmi se potremmo mai pensare ad altri tempi migliori