Lettera da una trincea
 

lettera da una trincea


mi stanno già chiamando sull’attenti

ma io stamattina sto proprio male

e questi uomini sono così violenti

che mi fa paura questo strano temporale.

ma gioia non ti lascerò mai più sola

leggi questa poesia ogni volta di sera

io non so dire nessun’altra parola

ma tu aspettami sincera

io non riesco a dire nessun’altra parola

ma tu aspettami sincera

e qui siamo tutti sotto terra

che non vedo più neanche un pezzo di cielo

e sono così stufo di questa guerra

e di mangiarne ancora di questo gelo

ma gioia non starò più lontano,

scriverò altre poesie se avrò un po’ di fiato

se non mi tremerà la mano e se mi sarò salvato,

scriverò se avrò un po’ di luce e se mi sarò salvato